Quali sono le caratteristiche della fotosensibilizzazione e che effetti ha sulla pelle in terapia?

Tra gli altri effetti cutanei della terapia, la fotosensibilizzazione cutanea si manifesta prevalentemente nelle persone sottoposte a targeted therapy inibitori di EGFR e di BRAF.
Le targeted therapy inibitori di EGFR e di BRA non sono di per sé fotosensibilizzanti, ovvero non potenziano l’azione del sole, ma agiscono sulla vitalità dei cheratinociti rendendo così la cute incapace di difendersi dai raggi UV.
La fotosensibilizzazione è quindi una reazione anomala ed eccessiva della cute all’esposizione ai raggi solari che si manifesta prevalentemente come una fotodermatosi.
Questa reazione provoca sulla pelle effetti collaterali quali prurito, arrossamenti ed eritemi anche a seguito di lievi esposizioni ai raggi solari; può presentare inoltre desquamazione, bolle e causare forte dolore.
Gli effetti tardivi importanti della fotosensibilizzazione sono rappresentati da iperpigmentazione della zona irradiata e atrofia cutanea.

Quali sono i rimedi per la fotosensibilizzazione?

Dalla diagnosi fino a molti mesi dopo la fine della terapia è importante seguire alcuni consigli per attenuare l’insorgenza di fotosensibilizzazione sulla cute esposta ai raggi UV.
Innanzi tutto evitare le zone più assolate, portare cappelli e occhiali da sole con lenti UV in modo da coprire il più possibile il volto e applicare una crema solare ad alta protezione sulle aree maggiormente esposte al sole.
Inoltre è fondamentale detergere la cute con un detergente con sostanze attive naturali, dalle virtù decongestionanti e rinfrescanti, che garantisca una detersione dermoaffine, delicata e non aggressiva.
Dopo il bagno o la doccia stendere con un leggero massaggio una crema lenitiva, dall’azione nutriente e calmante evitando dolori, arrossamenti e successive iperpigmentazioni. Si può poi applicare al bisogno sulle zone desquamate uno strato di crema anti desquamazione con urea al 5%, la quale favorisce il ricambio cellulare e ripari progressivamente la cute danneggiata.