Quali sono le caratteristiche delle alterazioni delle unghie e che effetti hanno sulla pelle in terapia?

Le alterazioni delle unghie sono dovute all’effetto tossico della terapia farmacologica e oncologica sugli epiteli dell’unghia e sono diverse a seconda dell’epitelio interessato.
Possono interessare tutte le unghie di mani e piedi, oppure possono apparire esclusivamente su alcune unghie.
Solitamente le alterazioni delle unghie si manifestano durante tutta la durata del trattamento farmacologico; possono rimanere anche per diversi mesi o regredire in poco tempo, subito dopo l’interruzione della terapia.
Gli effetti collaterali sulle unghie di mani e piedi delle persone in terapia sono principalmente:

  • fragilità, tale che le unghie si frammentano provocando fastidi e dolori
  • rallentamento della crescita
  • alterazioni nella forma e nella struttura dell’unghia
  • onicolisi, ovvero il distacco dell’unghia dal letto ungueale che provoca forte dolore.

La cute intorno alle unghie, o perionichio, può presentare inoltre rossori, edemi, capillari prominenti tipici della paronichia, oppure soffrire di disidratazione e desquamazione, disturbi che possono evolvere in fissurazioni o ragadi. Altre manifestazioni più dolorose sono l’onicocriptosi e il granuloma, che causano importanti effetti invalidanti.

Quali sono i rimedi per le alterazioni alle unghie?

Le alterazioni delle unghie necessitano di un protocollo di trattamenti mirato con interventi che possono essere eseguiti dal momento della diagnosi a tutto il periodo delle terapie, comprese quelle di mantenimento.
Manicure e pedicure, eseguite da professionisti preparati in campo oncologico, mirate a mantenere la pelle intorno alle unghie idratata pulita e morbida, sono il rimedio ideale per limitare gli effetti delle alterazioni delle unghie sul benessere della persona in terapia.
Fondamentale inoltre utilizzare per la detersione un detergente delicato protettivo e normalizzante, che non aggredisca ulterioremente la pelle già sensibilizzata, e applicare quotidianamente, anche più volte al giorno o come impacco nutriente, una crema anti desquamazione dall’azione riparatirce, levigante e lenitiva.
Per una persona in terapia avere mani e piedi con una pelle e le unghie sane consente il proseguo delle cure, oltre alla possibilità di potersi muovere nella propria vita con minor sofferenza.